Aree tematiche
News generica
Evento live
Curiosità
Info Utili
Viaggi Birrari
FIDELITY CARD
Visualizza tutte

 

 

09-02-2012
LA BIRRA TIENE A BADA IL PARKINSON

LA BIRRA TIENE A BADA IL PARKINSON

Il consumo moderato di birra sembra poter diminuire l'incidenza di Parkinson diversamente dai superalcolici

 

Un consumo moderato di birra riduce il rischio di sviluppare il Parkinson. A sostenerlo è un gruppo di ricercatori americani del National Institute of Environmental Health Sciences, nel Nord Carolina, che ha presentato i dati all'ultimo meeting annuale dell'American Neurological Association.
Secondo il team statunitense un moderato consumo di birra può ridurre la probabilità di sviluppare Parkinson. Gli autori dello studio sono partiti dal fatto che al momento ci sono poche evidenze scientifiche che considerano il rapporto tra consumo delle diverse bevande alcoliche e lo sviluppo del Parkinson.
Gli studiosi hanno quindi voluto vedere se ci fossero delle differenze sostanziali tra i vari tipi di bevande alcoliche e l'insorgenza del morbo. La ricerca ha analizzato i dati relativi a oltre mille individui affetti da Parkinson e a quasi 300mila soggetti non colpiti dalla malattia. Confrontando le abitudini di consumo di alcol si è visto che un moderato consumo di birra si associa ad una diminuzione nel rischio di sviluppare Parkinson, pari al 19 percento in meno rispetto a chi non consuma birra. Ovviamente si tratta di quantità moderate, circa un drink al giorno. Le cose stanno diversamente se si considerano i superalcolici, il cui consumo eccessivo è invece risultato associato ad un incremento del rischio di sviluppare la malattia.

 

 

RAF.PUB s.a.s. di Antonio Raffone & C. - P.IVA 01507590709 2010 all right reserved  - Privacy Policy -  tecnical contact & web agency MEDIATARGET.IT